mercoledì 23 settembre 2009

Insalata di pomodori e portulaca


Ingredienti:
  • pomodori
  • portulaca
  • olio evo
  • sale
Tempo di preparazione: 5 minuti

Difficoltà: *

Preparazione: lavate, sbucciate e tagliate a tocchetti il pomodoro; pulite le foglie della portulaca e unitele ai pomodori.
Condite con olio evo e sale.

Note: molto spesso inizio il pasto con un'insalata, per questo motivo, questa ricetta semplicissima può essere considerata anche un antipasto.
Il vero motivo per il quale ho voluto inserire questa ricetta è perché ultimamente ho visto molte ricette fatte con la portulaca, che prima non avevo mai considerato, e mi sono accorto che, alcuni giorni dopo aver letto queste ricette, è spuntata spontaneamente (è un'infestante) anche nel mio giardino.

Nel libro "Erbe", pubblicato da DeAgostini per la collana Mincompact, riguardo alla portulaca (portulaca oleracea), troviamo scritto:
Proprietà terapeutiche: antiscorbutiche, coleretiche, depurative, e diuretiche. Per uso esterno contro dermatiti, orticarie, foruncoli, punture di api ed eczema.
Usi gastronomici: le gustose foglie vengono aggiunte a minestre e insalate oppure conservate sotto aceto.
Note: nelle foglie è stata accertata la presenza di acidi grassi omega-3, utili per prevenire attacchi cardiaci e aumentare le difese immunitarie.


9 commenti:

  1. sono tentata ma ho il terrore di sbagliare la pianta...e se ne prendo una e risulta tossica?!?!?!?!?!?!?
    grande dilemma...

    RispondiElimina
  2. Conosco benissimo questo tipo di erba ma mai pensavo che si potesse mangiare... pensavo fosse solo cibo per le galline! Grazie è davvero interessante!

    RispondiElimina
  3. @ luby: Sicuramente se ci fai caso la trovi e la riconosci senza ombra di dubbio, è molto diffisa perché è un'infestante.
    Avevo tolto tutte le erbe infestanti dal mio piccolo giardino e la prima che è ricresciuta, sola soletta, è stata proprio lei.
    Una foto della pianta puoi vederla "gugolando" oppure a questo link:
    http://media.photobucket.com/image/portulaca/paolob44/portulaca.jpg
    Ce ne sono tante varietà, nel sito http://www.giardinaggio.it ho trovato che è una pianta succulenta annuale originaria dell’America meridionale, diffusa allo stato selvatico anche in alcune zone dell’America settentrionale e dell’Australia. Ha fusti rossastri, carnosi, molto ramificati, e portamento prostrato, che la rende un’ottima pianta tappezzante; le foglie sono verde chiaro, cilindriche, succulente, con un ciuffetto ascellare di sottili peli bianchi. Da giugno fino primi freddi autunnali sull’apice dei rami sbocciano numerosi fiori a rosellina, con i petali dall’aspetto stropicciato, che si chiudono con il buio; i fiori della portulaca si possono trovare di tutti i colori, tranne il blu. I fusti, i fiori e i semi di portulaca sono commestibili e vengono spesso consumati in insalata.
    Forse con tutte queste informazioni sarà più facile individuarla.
    @ ilcucchiaiodoro: anch'io non lo sapevo e non avevo mai notato questa pianta se non per le sue belle fioriture.

    RispondiElimina
  4. io la pianto da 3 anni nella mia mini aiuola,perche' oltre al risultato piu' che sicuro,il colore dei fiori e' molto bello!!sapevo anche che si poteva mangiare,ma mi ha sempre fatto un po' senso per il fatto che e' carnosa...ma ora mi sorge il dubbio che quella commestibile e' quella che nasce spontanea e che fa dei piccoli fiorellini gialli,mentre quella che si compra nei garden?

    RispondiElimina
  5. Secondo me è la stessa, vine venduta come pianta ornamentale ma è anche commestibile.

    RispondiElimina
  6. Che le portulache si mangiassero me lo diceva il giardiniere. "Lei le estirpa come erbacce, ma lo sa che si fanno in isalata?" Sapevo che doveva essere vero (era un tipo in gamba) ma non mi sono mai azzardata a condirle. Adesso so che avrei fatto bene ad ascoltarlo! Bella ricetta e blog interessante. Bravo! A presto
    Sabrine

    RispondiElimina
  7. Buongiorno, ricambio la visita e trovo un molto davvero molto interessante per una aspirante vegetariana. Leggerò con interesse tutte le ricette. Grazie, buon lavoro e ci rivediamo di là da me.

    RispondiElimina
  8. E' veramente buona

    RispondiElimina