domenica 20 settembre 2009

Hummus


Ingredienti:
  • 400 gr. di ceci (secchi)
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale
  • olio evo
  • 3 cucchiai di tahina
  • peperoncino
  • prezzemolo
  • il succo di un limone
  • una striscia di alga kombu (facoltativa)
Tempo di preparazione: 10 minuti (oltre al tempo di ammollo e di cottura dei ceci)

Difficoltà: *

Preparazione: Mettete in ammollo i ceci per circa 24 ore in un contenitore che contenga il doppio del loro volume di acqua fredda e una striscia di alga kombu.
Trascorso questo tempo sciacquateli, e scolateli. Cuocete i ceci (circa 45 minuti in pentola a pressione, almeno il doppio in pentola normale) in acqua salata con l'alga kombu (che potrete poi riutilizzare per alcune volte per lo stesso scopo).
Quando i ceci saranno pronti, scolateli tenendo da parte il liquido di cottura.
A questo punto frullateli insieme a tutti gli altri ingredienti (ad eccezione del prezzemolo) aggiungendo il liquidi di cottura fino ad ottenere la consistenza desiderata (se non è sufficiente potete aggiungere dell'acqua); dovrà risultare cremoso e abbastanza denso.
Disponetelo in una ciotola e decoratelo con il prezzemolo tritato.

Note: con queste dosi viene moltissimo hummus, sufficiente per almeno una decina di persone (se utilizzato come antipasto).
Può essere mangiato con pane (azzimo), accompagnato da verdure crude o da solo, al cucchiaio.
Come senz'altro sapete, l'alga kombu serve a rendere più digeribili i legumi.

15 commenti:

  1. L'ho fatta proprio qualche giorno fa in occasione di una cena (senza il peperoncino) ed è spettacolare

    RispondiElimina
  2. Eh si, come lo fai lo fai (anche senza aglio, per chi non lo gradisce o non lo digerisce) è sempre buonissimo.

    RispondiElimina
  3. saranno anche le 8.40 di mattina,
    ...ma ora mi hai fatto venir voglia di hummus!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. cosa e' la tahina?non mangio piu' carne da un mese...

    RispondiElimina
  5. @ manu': la tahina è un alimento derivato dai semi di sesamo bianco, nella ricetta del tofu con la tahina ho riportato alcune informazioni (tratte da Wikipedia):
    http://cucina-vegetariana.blogspot.com/2009/03/tofu-con-la-tahina.html

    Se ti interessa saperne di più, puoi cominciare da lì.
    L'ho utilizzata anche per la "coalzione col sorriso:
    http://cucina-vegetariana.blogspot.com/2009/06/colazione-col-sorriso.html

    Il suo utilizzo principale è proprio per fare l'hummus.
    Come ti senti a non mangiare carne?
    Alcuni all'inizio hanno dei problemi. Per me è stato naturale e non mi ha dato alcun fastidio.

    RispondiElimina
  6. ok grazie!!i ceci mi piacciono tantissimo,appena trovo la tahina vado di primo hummus!!Per ora mi sento bene,non avevo mai fatto troppo caso a cio' che mangiavo,carboidraiti,proteine,quasi non sapevo cos'erano e a cosa servivano,poi l'hanno scorso sono stata a letto per una tonsillite e mi e' capitato sotto mano un libro di yoga,da li e' partito il tutto!!Ho iniziato a documentarmi sulla alimentazione ayurvedica,e a trovarla molto interessante.Ho cominciato a fare un po' di rivoluzione in dispensa,ma senza intenzione di smettere di mangiare carne!Ho iniziato con diminuirne il consumo e a limitarlo alle carni bianche.Poi la cosa e' venuta un po' da se,ha iniziato a toccarmi in qualche punto l'incrociare quei camion pieni di animali che vanno al macello....e cosi' ci ho dato un taglio.Fisicamente sto bene,mi sembra di avere piu' energie,sono piu' serena,non ho gli sbalzi di umore che mi hanno sempre un po'caratterizzata!
    Vedo le cose piu' positivamente!!Mi preoccupa solo non far mancare al mio corpo niente di cui ha bisogno!!Ciao buona giornata!

    RispondiElimina
  7. @ manu': penso che con un'alimentazione equilibrata la dieta vegetariana (e anche quella vegana) sia in grado si fornire tutti gli apporti di cui il corpo ha bisogno.
    E' stata utilizzata per millenni da milioni di persone senza problemi.
    A volte è meno variata la dieta carnivora.
    I problemi (alimentari) della nostra società derivano da un eccesso di proteine e da un basso consumo di prodotti freschi, crudi e di stagione.
    Comunque non sono né un medico né un nutrizionista e quindi poso parlare solo della mia esperienza; non voglio in alcun modo convincere nessuno.
    La mia esperienza è quella di una cucina più varia, più sana (per me) e più gustosa.
    Sono contento dei benefici che hai riscontrato, è successo così anche a me.
    Comunque mi piace il tuo approccio: cauto e consapevole. Personalmente trovo sbagliate le forzature e gli eccessi (anche nella dieta).
    Se segui il regime alimentare yogico, fai anche la distinzione tra Cibo Sattvico (puro), Cibo Rajasico (attivo) e Cibo Tamasico(inerte)?
    L'aglio è tamasico e, volendo, in questa ricetta, si può anche omettere. Io lo metto perché a me piace ma, ad esempio, ne ho fatto (tanto) altro per il matrimonio di due miei amici, senza aglio e con i capperi; a loro piaceva così e gli invitati (oltre 200) hanno gradito. :)

    RispondiElimina
  8. ciao,non sto ancora seguendo un'alimentazione yogica per ora!e' vero quello che dici,lasciare che venga il momento giusto per ogni cosa,senza forzature!noches
    so' che l'aglio e la cipolla per l'ayurveda hanno proprieta' medicinali,e quindi non vengono utilizzati nella preparazione dei cibi.

    RispondiElimina
  9. FATTO E MANGIATo TUttO,spalmato su gallette di mais:ottimo!!!!la salsa tonnata dei vegetariani?ciao

    RispondiElimina
  10. E' vero che è buonissimo?
    E' il vanto della cucina libanese e non solo, due israeliani gli hanno anche dedicato un blog:
    http://humus101.com/EN/
    dove hanno inserito anche una ricetta italiana, la pasta e ceci!
    La sfida israelo-libanese sull'hummus si combatte anche nel guinness dei primati con tonnellate di hummus preparato:
    http://archiviostorico.corriere.it/2009/novembre/11/Libano_alla_guerra_dell_hummus_co_8_091111038.shtml
    Ma ho letto che questo record è stato battuto da Israele con oltre 4 tonnellate di hummus!
    http://www.apcom.net/mobile/curiosita/20100108_162901_4a3a015_15206.html

    RispondiElimina
  11. Ciao.Ho provato anch'io a fare questo Hummus. Non ho usato l'alga perché non l'ho trovata. Il sapore è buono solo che mi è venuto un po' amarognolo. Potresti consigliarmi qualcosa da aggiungerci per renderlòo più delicato?
    Grazie e compliemnti per il blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti (fanno sempre piacere) ;)

      Al posto dell'alga puoi mettere un po' di bicarbonato (hanno entrambi la funzione di rendere più digeribili i ceci e tutti i legumi in generale) o anche niente.

      Se è venuto amarognolo forse dipende dal fatto che hai messo troppo aglio o troppo peperoncino; prova a metterne meno.

      Ingredienti per renderlo meno amaro non ne conosco; forse aumentando la tahina che è dolce... ma non so se è una buona soluzione.

      Elimina
    2. Ciao, la tahina che ho comprato io non la trovo dolce. Anzi ha un sapore molto forte. Si chiama Tahin e l'ho comprata in une negozio Bio della mia zona.
      Alla fine ho aggiunto più olio evo per diluire un po' questa salsa.

      Ti volevo anche chiedere (approfittando della tua disponibilità :) e visto che ho un intero vasetto di Tahin) se nel blog hai altre ricette in cui utilizzare la tahina.
      Grazie!

      Elimina
    3. Tahina, tahin, tahini o tahine sono la stessa cosa: crema di sesamo (o burro di sesamo9 e l'unico ingrediente è il sesamo decorticato.
      Anche quello che ho io adesso in casa si chiama tahin ed è biologico (forse è lo stesso che hai tu, la marca è "Sunita").

      Nel blog ho altre due ricette con la tahina: il tofu con la tahina (che ho fatto solo una volta e non mi esalta particolarmente anche se ha moltissime proprietà benefiche) e la colazione col sorriso che è più semplice da fare e più gustosa.

      Elimina
    4. Grazie mille XD

      Elimina