lunedì 12 settembre 2011

Confronti e considerazioni

Una mia amica, che frequentemente mi manda messaggi e-mail molto simpatici, recentemente mi ha mandato una e-mail che mi ha fatto ridere ma anche riflettere.
Il contenuto del messaggio è sostanzialmente questo:



Questa donna ha 51 anni

La Dottoressa Gillian McKeith è un'esperta salutista della TV inglese e sostiene un approccio olistico alla nutrizione ed alla salute, promuovendo esercizio fisico, una dieta vegetariana a base di frutta e verdura biologiche. Consiglia diete disintossicanti, il lavaggio del colon; sostiene, inoltre, che il lievito è dannoso, che il colore del cibo è nutrizionalmente importante, e l'utilità di un regolare esame della lingua e delle feci.



Questa donna ha 51 anni

Nigella Lawson è una cuoca televisiva inglese. Non mangia altro che carne, burro e dolci.


Sono andato a verificare: le foto sono vere ed anche la loro età (anche se, in realtà, la McKeith è nata nel settembre del 1959 e la Lawson il 6 gennaio del 1960); cercando suil web ho anche trovato foto migliori della McKeith e foto peggiori della Lawson ma, secondo me, questo non ha molta importanza.

In tutta sincerità devo dire che, prima di ricevere questa e-mail, non conoscevo Gillian McKeith mentre conoscevo Nigella Lawson e, in un altro post, ho anche proposto una sua ricetta: un godurioso fudge al cioccolato e pistacchio.

Per par condicio vi linko anche i loro siti ufficiali:

Il titolo di questo post è: confronti e considerazioni; i confronti sono quelli che ho appena fatto e le considerazioni... mi piacerebbe sentire le vostre.
Io, dico solo che questa e-mail mi ha fatto divertire e mi ha fatto anche pensare. Resto comunque della mia idea: continuerò ad apprezzare i dolci della Lawson ma continuerò anche ad essere vegetariano (cercando di tendere sempre più verso il veganesimo).

21 commenti:

  1. La propensione a mantenersi giovani è soprattutto genetica, ereditaria.

    Allora potrei mostrarti la foto di una mia amica che ha 45 anni e ne dimostra letteralmente meno di trenta. Vegetariana dall'età di 18 anni.
    Oppure quella di un'amica di mia madre, signora di oltre 80 anni, che ne dimostra a malapena 60, ma non è mai stata vegetariana. E lei sostiene che anche sua madre avesse sempre dimostrato meno anni, confermando quindi la tesi dell'ereditarietà nel mantenersi giovani fisicamente.

    Quel che è certo, è che fare propaganda alla dieta vegetariana o vegana per motivi esclusivamente salutistici o di bellezza è, saprai come la penso, un approccio che non condivido.
    E' giusto che la gente apra gli occhi e si informi sull'orrore che si nasconde dietro il consumo di carne e pesce e derivati e che capisca che esistono valide, sane e gustose alternative senza bisogno di infliggere sofferenza ad altre creature.
    Poi, tutte le altre considerazioni salutistiche ecc., ben vengano. Però sono tante, c'è chi predica la dieta crudista, chi quella a base di soli latticini, chi quella a base di sole proteine... insomma, sono secoli che i media ci bombardano su come mangiare per restare in forma, e a seconda della novità del momento la gente si mette a seguire questo o quel consiglio, per poi abbandonarlo poco tempo dopo, mentre il dato di fatto della sofferenza degli animali è unico, facilmente dimostrabile e certo.
    Ed è una scelta, quella di diventare vegetariani, che se fatta sotto il profilo etico, resta per sempre. Mentre per motivi salutistici può essere facilmente messa in discussione.
    Ne ho conosciute tante di persone diventate improvvisamente vegetariane perché avevano letto che si dimagriva, o per avere la pelle più bella, e infatti poi sono tornate tutte a mangiare carne.
    Mentre non ho mai conosciuto un vegetariano diventato tale per rispetto verso gli animali che poi abbia rinnegato la propria scelta.

    Per me questi articoli che vorrebbero mettere in risalto i vantaggi della dieta vegetariana, girando però intorno al vero nocciolo della questione, sono solo, appunti, strategemmi dei media per sviare ancora una volta l'attenzione della gente dalla vera questione, che è quella della sofferenza degli animali.
    Un saluto

    RispondiElimina
  2. P.S.:
    mi sono accorta, rileggendomi, che da quanto ho scritto può sembrare che io abbia capito esattamente il contrario del tuo post.
    No, ho capito che qui, per una volta, ci si riferisce alla dieta vegetariana come poco "utile" per preservarsi giovane, anzi, si sostiene esattamente il contrario.
    Ed è proprio per questo che ho espresso le mie perplessità sulle motivazione salutistiche o meno della dieta vegetariana, perché appunto chi sostiene una cosa e chi un'altra, mentre invece la motivazione del rispetto degli animali è inattaccabile.

    RispondiElimina
  3. @ Biancaneve: grazie per il tuo commento; come gli altri mi è piaciuto molto.
    Hai colto appieno il senso che volevo dare: a me non interessa "mangiare vegetariano" ma "essere vegetariano". Non lo faccio per essere più bello (sarebbe una battaglia persa in partenza!) o alla moda ma per questioni etiche e per questo, con tutti i miei limiti, cerco di essere più vegano che vegetariano (anche se ho appena pubblicato un post sui formaggi). Non sono in grado di dire se resterò per sempre vegetariano ma spero proprio di si.
    Però... mi sento di dire, che da quando sono vegetariano sto molto meglio e penso che questo tipo di dieta faccia anche bene alla salute.
    Da oltre un anno ho iniziato a fare podismo (con scarso successo ma moltissimo divertimento) e penso che sia uno stile di vita adeguato anche ad uno sportivo.

    P.S. mi sono accorto che avevo già detto che mi piacciono i tuoi commenti proprio in un post che, parlando di un libro, riguardava lo sfruttamento degli animali e le loro sofferenze:
    http://cucina-vegetariana.blogspot.com/2011/01/se-niente-importa.html

    Scusami se mi ripeto sempre! :)

    RispondiElimina
  4. Ci siamo incrociati con i commenti. :)
    Come si dice: avevo capito che avevi capito.

    RispondiElimina
  5. Anche io sto cercando di essere sempre più vegana. A casa non compro più il latte e i formaggi, raramente le uova e solo quando sono certa del tipo di allevamento di provenienza (cioè che non sia di galline tenute in gabbie).
    Qualche settimana fa, ad esempio, una signora che conosco e che ha delle galline sue (non le mangia eh, anche lei è animalista e vegetariana, ne alleva solo qualcuna per amore, e la prima la prese proprio perché proveniente da una situazione particolare, era stata salvata da una fine certa), mi ha dato delle uova: ecco, quelle le ho mangiate senza sensi di colpa perché sapevo che alla base non c'era sofferenza.

    Fuori mi capita ancora di prendere piatti che contengono formaggio, latte o uova ma cerco di evitare il più possibile perché, parliamoci chiaro, dietro la produzione del latte e delle uova c'è comunque tanta sofferenza. Pensa che strazio tutte quelle mucche costrette a partorire in maniera continua per poi vedersi portar via il vitellino. E alla fine le ammazzano comunque.
    Per non parlare delle galline tenute in gabbie strettissime. Mamma mia, sì sì, io sono certa che diventerò vegana, è il mio punto di arrivo.

    Comunque la dieta vegetariana sì, ha indubbiamente anche tanti vantaggi per la salute, e quella vegana suppongo anche di più perché totalmente priva di grassi animali, che poi sono quelli che provocano maggiori malattie (cardiopatie, colesterolo alto, cancro, pressione alta ecc.).

    E poi, al di là delle foto postate da quella tua amica, io sinceramente ho notato che le persone vegetariane dimostrano tutte diversi anni in meno. Probabilmente perché diamo più spazio alle verdure, ai legumi e alla frutta che sono potenti antiossidanti e sono ricchi di vitamine e sali minerali.
    Insomma, non causiamo sofferenza, restiamo pure più giovani e sani a lungo, mi sembra che meglio di così... ;-)

    RispondiElimina
  6. ...in questi giorni settembrini di lingua patinata e di strani movimenti intestinali mi avvicino all idea della possibilita'della pulizia del colon...esperienze nel campo?ciao

    RispondiElimina
  7. @ Manù: ma sai che ci stavo pensando anch'io? Telepatia!
    Io non l'ho mai fatto ma ero interessato allo Shank prakshalana e non all'idrocolonterapia; penso che il primo sia più completo.
    Se qualcuno ne sa qualcosa... è il benvenuto!

    RispondiElimina
  8. Caro Francesco hai fatto sorridere anche me :-) Non conoscevo la signora Gillian ma conosco Nigella mi capita spesso di vedere le sue presentazioni culinare tanto goderecce e maialose :-) Mah! Secondo me dipende molto anche dalla genetica e dal fondo schiena che hai :-) E sinceramente Nigella è ben dotata :-)
    Buttiamola sul ridere, a volte capita anche a me di pensare: più cerco di mangiare bene e più ho acciacchi :-( Forse se mangiassi come Nigella mi passerebbe tutto????
    Un abbraccio anche a Carla!

    RispondiElimina
  9. Ciao Webmaster,interessantissima la dritta sulla Shank prakshalana,non ne avevo mai sentito parlare.Ho trovato una pagina in cui la pratica viene spiegata molto scrupolosamente.Non e' male poter far da se'e sempre scoprendo qualcosa di nuovo del nostro corpo... presto la provero',ti sapro' dire!!gracias ciao

    RispondiElimina
  10. http://www.youtube.com/watch?v=FKPNBUd_up4

    RispondiElimina
  11. @ Chicca: sono d'accordo con te ma non penso che ci convenga mangiare come Nigella, su di noi farebbe tutt'altro effetto. Facciamo così: cerchiamo di mangiare sano e, ogni tanto, leviamoci qualche sfizio "Nigella style" (sempre vegetariano!).
    Carla contraccambia.

    RispondiElimina
  12. @ Manù: peccato che il mio russo è un po' arrugginito! :)
    Scherzi a parte, il video è fatto molto bene; io ho trovato anche altri link ed uno in particolare che li racchiude quasi tutti:

    http://conoscitestesso.ipself.net/forum/viewtopic.php?f=50&t=3194

    compreso il video che hai citato tu.
    Fammi sapere com'è andata.

    RispondiElimina
  13. Si,in effetti anche io mi sono accorta di non masticarlo piu'un gran che!
    E' certo che l'espressione che ci regala prima di bersi il bicchierino d'acqua salata poteva essere piu'enigmatica...
    Io la spiegazione l'ho trovata qui:
    http://salutenaturale.forumattivo.com/t321-shank-prakshalana
    mi sembra che la fonte sia la stessa!!
    Appuntamento con la purificazione fissato a lunedi' mattina,tu quando?Ciao

    RispondiElimina
  14. @ Manù: allora aspetto tue notizie! Io lo farò più in là, devo aspettare un fine settimana senza gare o allenamenti impegnativi, un sabato o una domenica da dedicare a questa pratica.

    RispondiElimina
  15. Ciao webmaster eccomi qui!!la pratica ha funzionato,ho appena finito di mangiare un piatto di riso basmati ben cotto con aggiunta di ghee.
    La cosa piu' diffice e'senza dubbio bere i bicchieri con sale senza avere pulsioni di vomito,l'acqua salata cambia consistenza e diventa densa....tremendo!! °_°
    Comunque dopo i sei bicchieri con i relativi esercizi ho aspettato piu' di 5 minuti prima di ottenere il risultato,mentre gli altri cicli hanno effetti quasi immediati,in tutto ho bevuto 9 bicchieri!Pensa che prima di svegliarmi stavo gia' sognando di fare gli esercizi e appena sveglia sono andata in bagno,mi sono portata avanti ;P .Il bruciore del sale si fa sentire anche se si usa l'olio,ma e' un fastidio piccolo.
    Da quando ho iniziato a leggere cose in proposito ero un po' preoccupata per lo stato di intossicazione in cui mi potevo trovare,mi sembrava di avere tutte le conseguenze descritte...e' fatta,per questo cambio di stagione sono in pace con il mio colon!!grazie ancora per averne condiviso la conoscenza!
    Aspettero'la tua esperienza ciao!!

    RispondiElimina
  16. A me questa e mail non fa molto divertire, al di là delle questioni etiche sappiamo che l'abuso di carne e grassi animali porta a problemi gravissimi di salute, non è un'invenzione di qualche salutista pazzo, il fatto che ci sia gente che promuove un certo tipo di alimentazione facendo finta che non porti a conseguenze gravi a me pare irresponsabile.

    RispondiElimina
  17. A parte il profilo genetico bisogna vedere anche quanto è intervenuto il chirurgo plastico ;)

    RispondiElimina
  18. son piegata in due dal ridere :)

    RispondiElimina
  19. Ciao Francesco,
    c'è una divertentissima quanto vera pagina di "Ave Mary", l'ultimo libro della Murgia, sulla tematica bellezza eterna ed invecchiamento. Il libro è scritto da una cattolica, è ironico ma non irriverente e men che meno dissacrante. Potresti leggerti anche solo il capitolo sulla bellezza e la vecchiaia, dato che non è un romanzo. Troveresti un bel commento al tuo post, e il modo di divertirti per mezz'oretta!
    ciaooooooo!
    Francesca

    RispondiElimina
  20. Ciao Francesca,
    sono andato subito a vedere la recensione del libro è mi è piaciuta, appena posso lo compro.
    Ho letto di recente "le sante dello scandalo" di Erri de Luca e mi è piaciuto moltissimo (come gli altri suoi libri).

    RispondiElimina
  21. Io conoscevo entrambe ma non credevo avessero la stessa etá!!! Personalmente, comunque, credo che il buon senso sia la chiave di tutto :-)

    RispondiElimina